#BeInsider – A spasso per l’Umbria del Sagrantino

Laura ci racconta la sua Umbria tra cantine e trattorie. E’ lei la nostra terza autrice “insider” che abbiamo scelto per raccontarci un pezzetto d’Italia. L’Italia e le sue regioni attraverso gli occhi di chi ci vive. #BeInsider.

In Umbria, i riti della cultura e delle tradizioni ci regalano un tempo prezioso. I nostri panorami sono sobri ma modellati da un andamento di colline di uliveti e vigneti.
Le comunicazioni non sono sempre semplici, ma qua bisogna andar con calma…: con “La strada dell’olio DOP Umbria”e “la Strada del Sagrantino”come vie alternative il gusto ci guadagna. Come avrete capito io vivo nella meravigliosa zona del Sagrantino di Montefalco. punto vinicolo di incontro con il suo ormai famosissimo Sagrantino e Montefalco Rosso.

Andare per cantine…

Ecco le cantine della zona, da visitare per un wine tour al sapore di… Umbria…

  • Scacciadiavoli: nata nel 1847 con modalità di costruzione che ancora oggi la rendono completamente autonoma ed ecocompatibile.
  • Cantina Caprai: grande testimonial dei vini umbri all’estero ,che proprio di recente è stata insignita dai Wine Stars Awards 2012 come migliore cantina europea.
  • Cantina del Carapace (detta anche di Castelbuono): famosa perché disegnata da Arnaldo Pomodoro.
  • Cantina Perticaia: adoro il loro Trebbiano Spoletino
  • Cantina Calcabrin:  buonissimo il rosso IGT “biodinamico Vin de Garage’, perché , è in garage ,che per ora, questi ragazzi coraggiosi vinificano.

Se capitate da queste parti prima di Natale…
Il 15 /16Dicembre 2012 a Montefalco si svolgerà la manifestazione Merry Sagrantino nella bellissima sala consigliare alle 16.30 con degustazione (0742 379590-0742378490). Un modo piacevole per avvicinarsi al Sagrantino, un vino non facile visto il suo gusto cosi’ forte e tannico, ma molto longevo favorevole all’affinamento. Vi consiglio di assaggiare il Passito di Sagrantino vino dolce da degustare con favolosi tozzetti al cioccolato e mandorle.

I miei consigli per una giornata a Montefalco e dintorni:

  • Dormire: Bontadosi, hotel Spa e galleria d’arte oppure uno degli alberghi di Montefalco e dintorni segnalati da ItalyTraveller
  • Shopping: Pardi Tessuti, filati pregiati su telai antichi, Fabiana Filippi: cachemire preziosi e morbidi in colori naturali a prezzi outlet direttamente in azienda.
  • Mangiare: al Coccorone classico, mai fuori moda,ottima carne alla brace.

E ovviamente non posso fare a me di consigliarvi la mia Osteria: 4Piedi & 8.5 Pollici, a Giano dell’Umbria. Il nome viene da un romanzo di Paulo Coelho, qui ho cercato di creare un ambiente colorato e insolito. Ogni giorno cucino come se fossi a casa mia: pasta fresca, dolci e marmellate handmade. Vi consiglio di assaggiare gli stringozzi ai pomodorini piccanti.

Tra un bicchiere e l’altro non mancate di visitare:

  • Il museo di San Francesco dove si possono ammirare un importante ciclo di affreschi di Benozzo Gozzoli.
  • La chiesa di Santa Chiara da Montefalco dove ancora ,si conserva il corpo della santa ed il suo cuore aperto dove sono rinvenuti gli strumenti della passione di Nostro Signore.

Proseguendo nel nostro giro dell’Umbria incontriamo un posto che io personalmente adoro: Bevagna, di immutabile bellezza è inserita tra i Borghi più belli d ‘Italia.
Bella tutto l’anno, in particolare nel mese di giugno quando con il Mercato delle Gaite si assiste ad una magnifica rievocazione storico- medievale di arti e mestieri .
Vedrete come si tingevano i tessuti e i segreti delle alchimie dell’erboristeria e conoscerete i segreti del baco da seta e come venire a capo del bandolo della matassa. Non mancano le taverne per gustosi piatti medievali!

Giunti presso la bellissima piazza San Silvestro, con la sua fontana spettatrice silenziosa di passanti attenti e curiosi…

Per l’aperitivo fermatevi da Assù,  tre tavoli, ceramiche e vino. Per cena, bellissimo il ristorante Redibis ricavato in un anfiteatro romano e per dormire vi consiglio l’Orto degli Angeli, un hotel di charme con camere da sogno.

Appuntamenti di Natale

Non mancate di visitare il presepe vivente di Marcellano, un piccolo paese medievale, dove ormai da oltre 30 anni si assiste alla nascita del bambino Gesù: Godetevi lo spettacolo della stella cometa che lenta raggiunge la grotta della natività. Tappa consigliata sempre a Marcellano di Gualdo Cattaneo è il ristorante La Vecchia Cucina dove potete gustare delle fantastiche Fiorentine e salumi pregiati. L’Umbria a Natale vale la pena, in fondo fu San Francesco a proporre il presepe per la prima volta nel 1223.

Chissà se sono riuscita ad incuriosirvi?

L’autrice di questo post è: Laura Saleggia

Donna: contadina ,di filosofia dinamica e curiosa.Cuoca tuttofare presso l’osteria 4 Piedi e 8,5 pollici, blogger per puro piacere non potrei fare a meno di internet. adoro pane e pomodoro, le rose antiche e lo Shabby, taglio i capelli ogni volta che inizia qualcosa di nuovo.

Vuoi essere il prossimo #BeInsider: scopri qui come

Comments

Ho controllato: tenuta Castelbuono, è anche detta Carapace. Sono la stessa cantina! C’è un errore nel post.

posted by francesca pascucci on 12.14.12 at 3:36 pm

Ciao Francesca, grazie della segnalazione, abbiamo corretto 🙂

posted by redazione on 12.19.12 at 11:36 am

infatti la cantina è la medesima ….solo che è molto più conosciuta come cantina del carapace di Arnaldo Pomodoro….

posted by laura on 12.24.12 at 11:50 pm

Non avevo dubbi sulle qualità dell’autrice… spero di leggere presto altre dritte sull’Umbria da Laura! Insider scritto da insider, non just a blogger 🙂

posted by Andrea da Bangkok on 01.08.13 at 9:30 am
Lascia un commmento
*