Dolomiti, sci e strudel

La mia montagna è così. E anche se negli anni è diventata anche passeggiate  in alta quota, sciate interminabili, serate tra knodel e grappa, la montagna per me ha sempre il sapore delle cose semplici.

Ed è per questo che ho deciso di portarvi tra le Dolomiti, in viaggio attraverso le mie 5 località di montagna preferite.

Dolomiti Brunico Strudel

Brunico, una piacevole scoperta

Ok, lo ammetto, mia madre è di quelle parti e io, nato su un isola del sud, la prima volta che ho visto la neve e le montagne è stato a Brunico. Ciò che colpisce di Brunico è la sua eleganza.

Un piccolo paese alpino della Val Pusteria, neanche poi così piccolo, dall’atmosfera tranquilla ma elegante, pieno di negozi, boutique, ristoranti, bar e soprattutto una montagna enorme tutta da sciare: Plan de Corones.

Per sentire l’odore vero della montagna, invece, basta addentrarsi verso la Valle Aurina magari par sciare sulle piste di Campo Tures oppure per farti un giro con gli sci di fondo ai piedi tra i boschi e chiesette di montagna!

Consiglio per golosi: un salto alla Pasticceria Gotsch per lo strudel più buono di tutta Brunico!
Dove dormire: Hotel Majestic, Hotel Petrus.

 

Val Gardena, il paradiso tra le Dolomiti

Val Gardena, Alta Badia, il Passo Pordoi, la Marmolada, la Sella Ronda: anche sei non sei un appassionato di montagna non puoi non averne sentito parlare.
Sono solo alcuni dei luoghi che fanno della Val Gardena un vero e proprio paradiso alpino.

Incantevoli vallate, piccoli paesi alpini, boschi, pascoli d’alta quota e interminabili piste da sci, slittino, snowboard, sci di fondo: è il grande spettacolo delle Dolomiti che va in scena tanto d’inverno quanto d’estate.

Dolomiti Val Gardena Sella Ronda

Ortisei è senz’altro il paese più conosciuto ma la scelta può cadere anche su altri paesini alpini come Corvara, Canazei, Corvara, San Cassiano, La Villa e Selva di Val Gardena che ogni anno ospita lo slalom femminile di Coppa del Mondo di sci sulla mitica pista Saslong.

Da fare: tutto il giro della Sella Ronda sugli sci, nella direzione che vuoi!
Dai uno sguardo agli hotel della Val Gardena e troverai sicuramente l’albergo che fa per te.

 

Cortina, the luxury side of Dolomiti

Corso Italia è il red caret di Cortina. Probabilmente la “passeggiata alpina” più glamour tra tutti i paesi delle Dolomiti. Ma il suo fascino va oltre il suo lato frivolo. Lo trovi in paese, nel suo prezioso Museo d’arte moderna, nell’antica tradizione artigianale della lavorazione del legno e nella sua splendida Basilica.

E lo trovi su, in alta quota e nei straordinari paesaggi alpini. Nelle montagne come le Tofane, le Tre Cime di Lavaredo, la cima Fanes e il monte Cristallo, nei suoi parchi naturali delle Dolomiti d’Ampezzo e quello di Fanes, Sennes e Braies e nei magnifici scenari del Lago di Lagazuoi e il Lago di Misurina.

Cortina, chenedi

Montagne per trekking, arrampicate, passeggiate, escursioni. Montagne per gli appassionati di sport invernali per i quali c’è davvero di tutto, basta pensare che Cortina già nel 1956 aveva ospitato le Olimpiadi Invernali!

E anche montagne cinematografiche visto che qui sono state girate scene di film celebri come Cliffangher, La Pantera Rosa e James Bond Agente 007 Solo per i tuoi occhi.

Una tappa immancabile: una cena a base di Canederli, la versione ampezzana dei knödel tirolesi.
Hotel top class di Cortina: Hotel Ancora e Cristallo Hotel & Spa.

 

Merano oltre le terme

Dici Merano e pensi alle sue terme ma per una volta si può andare oltre la sua lunga tradizione del benessere che dall’Ottocento in poi ne hanno fatto una delle mete più frequentate del turismo altoatesino.
E si può anche andare oltre i suoi meravigliosi paesaggi alpini per scoprire una Merano fatta di storia e cultura con tre suoi autentici capolavori.

Non basterebbe un intero giorno per poter apprezzare tutte le meraviglie di  Castel Trauttmansdorff: tra giardini e aree tematiche, grotte padiglioni, mostre, percorsi didattici e il Touriseum dove potrai ripercorrere i luoghi, i miti e le leggende dell’imperatrice Sissi.

Merano Kursaal

Sul Lungo Passirio, il fiume che attraversa Merano, invece, ci sono il Kurhaus e il Teatro Civico Puccini. Sono due luoghi che appartengono alla storia di Merano.

Il Kursaal, il maestoso salone in stile liberty del Kurhaus era il salone delle feste di un tempo e tra la Rotonda la Galleria e la grande Terrazza sembra quasi che all’improvviso  possano apparire nobildonne e cavaalieri ad animare una serata mondana.

Stesso discorso che vale per il Teatro Civico Puccini. Da quando, il 1 dicembre del 1900, andò in scena il Faust di Goethe questo è stato il teatro di Merano. Un piccolo gioiello che aggiunge quel tocco di charme in più a questa autentica perla del Trentino Alto Adige.

Un suggerimento scontanto ma irrinunciabile: una giornata alle terme di Merano, where else!
Dove vuoi dormire, all’Imperial Art in centro, al panoramico Ansitz Plantitscherhof oppure in alta quota al Miramonti?

 

Alla corte di Madonna di Campiglio

Da quando la ricca aristocrazia mitteleuropea cominciò a trascorrere le vacanza in Italia, Madonna di Campiglio non ha mai smesso di essere una delle località più amate del Trentino Alto Adige.

Ieri erano personaggi come la principessa Sissi e l’imperatore Francesco Giuseppe, oggi è il colorato popolo degli sciatori ed escursionisti ad animare le strade di questo elegante cittadina alpina e le sue montagne.

Le Dolomiti del Brenta e le Alpi della Presanella e dell’Adamello sono le montagne di Madonna di Campiglio.

Madonna di Camiglio Carnevale Asburgico

Scenari naturali spettacolari da vivere tutto l’anno ma soprattutto durante la settimana del celebre carnevale Asburgico. E’ uno dei più orgininali Carnevali d’Italia. Una festa che comincia con il Regal Corteo in costume e si conclude con il Gran Ballo dell’Imperatore in una magica rievocazione dei fasti dell’epoca asburgica.

Imperdibile: un valzer in costume d’epoca a Carnevale.
Charme alpino: Biohotel Hermitage.

Lascia un commmento

*